banner1 banner2 banner3

Regolamento rimessaggio a terra

Art . 1

Il rimessaggio di imbarcazioni all’ interno del perimetro in concessione al Circolo Nautico “V. Migliori” è consentito esclusivamente ad imbarcazioni degli associati in regola con i pagamenti.

Il periodo per il rimessaggio parte dal 31 agosto e termina il  31 maggio.

Art . 2

Il rimessaggio è consentito esclusivamente ad imbarcazioni munite di invasature su ruote o trasportabili con il carrello motorizzato del cantiere.

Art . 3

Le tariffe vengono stabilite dal consiglio direttivo e pagate anticipatamente dai soci.

Art . 4

La richiesta di rimessaggio deve pervenire in forma scritta e consegna a mano in segreteria entro il 31 agosto dove sarà determinato l’ammontare della somma dovuta, di conseguenza il socio lascerà un assegno non trasferibile per il pagamento del rimessaggio . Il Consiglio direttivo, dopo aver compilato una graduatoria degli aventi diritto e dei soci in attesa, la comunica in segreteria.

I soci all’atto della richiesta di rimessaggio devono dichiarare il periodo di durata dello stesso, che è di un minimo di 5 mesi ed un massimo di 9 mesi. Al termine di detto periodo l’ imbarcazione dovrà essere portata fuori dal recinto a cura e spese del socio, in caso contrario si applicherà una  penale di € 20,00 al giorno; in ogni caso l’ imbarcazione non potrà sostare oltre i 20 giorni dalla data concordata.

Il Consiglio Direttivo si riserva il diritto di limitare la durata del rimessaggio per le esigenze dell’ attività sociale

Il socio, prima della scadenza del periodo di rimessaggio potrà chiedere una proroga, pagandone anticipatamente il prezzo, sempre che la permanenza sia conforme al periodo massimo stabilito nell’ art.4.

Art . 5

In caso di eccesso di richieste viene data la priorità alle imbarcazioni di maggiore lunghezza; a parità di lunghezza viene data priorità ad imbarcazioni che chiedano un periodo di rimessaggio più lungo; a parità di lunghezza e periodo richiesto, viene data priorità all’ anzianità di rimessaggio. Il rimessaggio non può essere ripetuto per oltre due anni consecutivi, periodo dopo il quale subentrerà il socio primo in graduatoria di cui al punto 4. Al socio che abbia usufruito dei due anni consecutivi di rimessaggio è consentito iscriversi in graduatoria, al fine di ripetere il rimessaggio in caso di rinunce. I soci rinunciatari tornano in coda alla lista di attesa.

Art . 6

E’ fatto divieto assoluto di effettuare qualsiasi lavoro sulle imbarcazioni in rimessaggio (carteggiatura, applicazione antivegetativa, pulizia sentine, verniciatura degli scafi o eliche, lavaggio sentine, lavaggio carena, riparazione carena, spandimento di olio o sostanze inquinanti in genere).

E’ fatto divieto di sporcare nell’ area sottostante l’ imbarcazione o lasciare filtri, barattoli o residui di lavorazioni. E’ consentito il lavaggio dell’ opera morta dell’imbarcazione esclusivamente con detergenti biodegradabili al 90%.

Il disattendimento della presente disposizione produrrà l’ immediata espulsione dell’ imbarcazione dal rimessaggio con la richiesta di pagamento dei danni eventualmente arrecati, oltre che la sospensione del diritto al rimessaggio per 2 anni.

counter
Per maggiori informazioni, contattaci...
Vele senza barriere

Progetto indirizzato ai diversamente abili per consentire loro un pratico accesso al mare e per offrire l'opportunità di praticare diversi sport.

Corsi di vela

Corsi di durata settimanale riservati a ragazze e ragazzi di età compresa fra i 7 ed i 18 anni. La scuola è autorizzata dalla F.I.V.

Progetto velascuola

Progetto organizzato in collaborazione con le scuole del territorio per avvicinare i giovani al mondo velico.